Categories

Most Popular

Cosa significa la mania SPAC per gli investimenti tecnologici

Cosa significa la mania SPAC per gli investimenti tecnologici

“I segni della mania sono comuni quanto gli avvistamenti di unicorni nella Silicon Valley…”

Silicon Valley ha prosperato inventando nuovi modi di fare le cose, dalla ricerca di informazioni al contatto con gli amici. Quindi non può sorprendere che la Valley stia abbracciando con entusiasmo un altro tipo di interruzione: le società di acquisizione per scopi speciali (SPAC), in alternativa all’offerta pubblica iniziale (IPO) convenzionale per le startup. 

“Tante cose sono diventate più economiche ed efficienti. Perché le IPO sono costose e inefficienti come sempre? ” chiede Roelof Botha, partner di Sequoia Capital, una società di venture capital. Descrive il processo di IPO come “imbroglio e grande furto”.

Con le banche di Wall Street che assegnano azioni ai migliori clienti e incoraggiano le società a quotare le loro offerte in basso per garantire un aumento il primo giorno, molti nella Silicon Valley ritengono che la “tassa” IPO sia troppo elevata. L’anno scorso in America, la sottovalutazione ha portato a 30 miliardi di dollari di guadagni non realizzati per le nuove società pubbliche (e i loro dipendenti). Con le SPAC e gli elenchi diretti, un’altra strada per diventare pubblici, non c’è alcuna pressione affinché un prezzo salti.

“I segni della mania della SPAC sono ormai comuni quanto gli avvistamenti di unicorni nella valle”. Alcune società di capitale di rischio, tra cui Khosla Ventures, hanno annunciato le SPAC così come gli hedge fund che investono in tecnologia e singoli venture capitalist. Importanti aziende tecnologiche, tra cui 23andMe, una società di test genetici, e SoFi, una piattaforma di finanza personale, stanno diventando pubbliche tramite SPAC.

Sebbene il loro impatto si farà sentire in tutta l’America aziendale, le SPAC avranno un effetto pronunciato sulla Valle. Da una parte, potrebbero aiutare a finanziare aziende tecnologiche adolescenti che lottano per attrarre più investimenti privati, ma sono troppo piccole per fare un’IPO. Alcuni indicano Opendoor, una società di tecnologia immobiliare, come esempio di una società che ha lottato per raccogliere un altro round di finanziamenti, ma ha prosperato da quando è diventata pubblica attraverso una SPAC. Valutata a $ 4,8 miliardi prima della sua fusione a settembre, ora vale $ 18,1 miliardi.

Le imprese in bianco possono anche finanziare tecnologie che necessitano di investimenti a lungo termine. La “tecnologia profonda” come i veicoli autonomi, la biotecnologia e il calcolo quantistico potrebbero trarne vantaggio. (Le società di software, che creano margini facili e veloci, hanno meno probabilità di essere obiettivi.) “Una SPAC ti consente di essere valutato sulle speranze e sui sogni di domani, rispetto ai risultati di oggi!”, afferma Nirav Tolia, il fondatore di Nextdoor, un social network, e un direttore indipendente di IPOD, una SPAC.

MA ATTENZIONE: Le SPAC stanno aprendo gli investimenti tecnologici anche agli investitori al dettaglio! 

Il fatto che le aziende tecnologiche tendessero a ritardare la quotazione significava che la parte “del leone dei rendimenti” era già stata catturata dai venture capitalist, anche prima che le startup raggiungessero i mercati pubblici. Le SPAC che si fondono con le aziende in fase iniziale, potrebbero dare a più investitori la possibilità di entrare a farne parte. Sono “la cosa più vicina che un investitore al dettaglio possa ottenere da un investimento di rischio”, afferma Tolia. 

Dunque, in conclusione si può affermare che questo tipo di investimento redditizio, ma speculativo, porterà agli investitori sia rischio che ricompensa!

Trova altri articoli che potrebbero interessarti qui su giornalefinanza:

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password