Categories

Most Popular

La pandemia ravviva l’interesse per un “morboso” schema finanziario francese

“I Viager ti permettono di acquistare proprietà in anticipo, scommettendo sulla morte di uno sconosciuto stranger…”

Chi non ha mai sognato di possedere un pied-à-terre a Parigi, o magari affacciato sul Mediterraneo? 

Che ne dici di scommettere sui tempi della morte di un perfetto sconosciuto? 

In Francia puoi combinare i due. Nelle vendite di proprietà en viager un acquirente paga in anticipo per una residenza mentre ottiene le chiavi solo quando l’attuale proprietario muore. Il Covid-19 ha ravvivato l’interesse per questo “schema morboso”.

Il concetto di viager è vecchio quasi quanto la proprietà: le regole che ne fissano le modalità risalgono a più di 1000 anni fa!

In genere, il venditore riceve contanti per circa un terzo del valore della casa al momento della vendita. I pagamenti mensili dell’acquirente dovrebbero sommarsi a qualcosa di più vicino all’intero valore della proprietà, supponendo che il venditore muoia nel momento suggerito dalle tabelle attuariali.

Per i venditori che non temono di sfidare il destino, i viager offrono la possibilità di incassare le loro case pur rimanendole, con un reddito per l’avvio… 

Ciò ha attratto ancora di più quando il covid-19 ha iniziato a diffondersi e i tassi di mortalità nelle case di riposo sono aumentati vertiginosamente. 

Broker specializzati hanno segnalato un aumento delle inchieste poiché gli anziani hanno cercato di rimanere nelle loro case più a lungo.

Anche allora, le stime di 5.000 accordi viager firmate in Francia ogni anno rappresentano meno dell’1% di tutte le vendite di proprietà. Ma la fine tanto attesa dello schema sembra non arrivare mai.

Le autorità lo promuovono come un modo efficiente sotto il profilo fiscale per i pensionati di incassare l’aumento dei prezzi degli immobili. I viager consentono inoltre agli acquirenti di investire in proprietà senza ipoteca: il creditore è, in effetti, il venditore-inquilino a vita. Un’attrazione è anche lo sconto sugli immobili venduti per l’occupazione in un momento futuro non specificato.

Gli acquirenti di proprietà viager devono indovinare quanto tempo è rimasto al gentile vecchio nonno dall’altra parte dell’affare. Gli annunci per tali vendite vengono forniti con le descrizioni del luogo in questione e i dettagli dell’età del venditore.

È noto che le vedove furbe che cercano di incassare accendono le sigarette prima delle visite dei potenziali acquirenti per suggerire i loro stili di vita malsani. Tutte le parti sono a conoscenza dell’evento stravagante del settore. 

Nel 1965, un notaio di 47 anni acquistò una casa en viager da una fragile signora di 90 anni. Morì 30 anni dopo, ma la sua vedova continuò a pagare le rendite poiché la venditrice, Jeanne Calment, visse fino all’età di 122 anni.

I fan dei viager sottolineano che scommettere sulla morte non è affatto insolito in finanza: basta guardare al settore delle assicurazioni sulla vita. Ma le sinistre sfumature di tali accordi sono difficili da scrollarsi di dosso… 

Alcuni acquirenti sono stati sospettati di affrettare la natura. In almeno due omicidi attualmente davanti ai tribunali, le autorità sostengono che gli acquirenti hanno fatto fuori i loro inquilini per entrare in possesso delle proprietà dei viager.

Trova altri articoli che potrebbero interessarti qui su giornalefinanza:

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password