Categories

Most Popular

Perché tutti ora sono un trader di opzioni?

In media lo scorso anno quasi 30 milioni di opzioni su azioni sono passate di mano ogni giorno.

Nei negozi Bucket dell’America all’inizio del XX secolo, gli scommettitori ordinari potevano scommettere sulla direzione dei prezzi delle azioni con un piccolo acconto. Agli scommettitori è piaciuto, perché ha dato loro molta visibilità teorica per un esborso minuscolo. Anche i negozi di secchi dall’altra parte delle scommesse lo adoravano, perché le fluttuazioni di ora in ora nel prezzo significavano che gli scommettitori venivano spesso spazzati via. Nessun certificato azionario è mai passato di mano. 

Questo era scommettere, puro e semplice.

Questo ci porta alla rapida crescita dell’attuale mercato delle opzioni. 

In media, lo scorso anno quasi 30 milioni di opzioni su azioni sono state scambiate ogni giorno sulle borse americane, un aumento di oltre il 50% rispetto al 2019 secondo OCC, il più grande clearer al mondo di tali derivati. Nelle ultime settimane il volume è salito regolarmente oltre i 40 m al giorno.

È consuetudine nella società educata discutere le opzioni nella lingua dell’assicurazione. 

COSA SIGNIFICA?

RISPOSTA: il prezzo di un’opzione è noto come premio. E la necessità di un’assicurazione è una delle ragioni per la crescita delle opzioni. Ma anche la società scortese, l’habitat naturale di Buttonwood, ha una grande voce in capitolo. 

Gran parte dell’impennata della domanda di opzioni proviene da piccoli investitori che cercano scommesse a quota lunga su singoli titoli. 

Possiamo dire che in un certo senso “lo scommettitore del secchio è tornato”.

ATTENZIONE: Per capire meglio la connessione, inizia con l’idea che le opzioni sono diritti che non comportano alcun obbligo. Un’opzione finanziaria è il diritto di acquistare o vendere un’attività, ad esempio un paniere di azioni, a un prezzo specificato (il prezzo di esercizio) entro una data di scadenza specificata. Le opzioni call sono diritti di acquisto; sono redditizi da possedere se il prezzo dell’attività sottostante supera il prezzo di esercizio. Le opzioni put sono diritti di vendita; ripagano quando il prezzo dell’attività sottostante scende. Il titolare non è obbligato ad esercitare l’opzione; lo farà solo quando l’opzione è “in the money”: cioè, quando il prezzo di esercizio viene superato.

Le influenze chiave sui premi sono il divario tra il prezzo di esercizio dell’asset e il suo prezzo corrente, il tempo e la volatilità prevista. È più probabile che un divario piccolo venga chiuso rispetto a uno grande, quindi le opzioni con prezzi di esercizio vicini ai prezzi prevalenti costano di più. 

Le opzioni con un prezzo di esercizio a una certa distanza dal prezzo effettivo sono considerate “out of the money” e sono più economiche. Allo stesso modo, le opzioni con una scadenza più lontana sono più costose delle opzioni quasi datate. 

La variabile chiave, tuttavia, è la volatilità. Più violentemente il prezzo dell’asset sottostante fluttua, maggiori sono le possibilità che un’opzione out-of-the-money si sposti in denaro. Quando possiedi delle opzioni, la volatilità è tua amica.

“La gamma di opzioni che puoi negoziare su un’azione è una funzione della domanda degli investitori” afferma Hugh Selby-Smith di Talaria Capital, un asset manager con sede a Melbourne. Se desideri un’opzione su, ad esempio, un rivenditore messicano, potresti dover chiedere a una borsa di scambio di elencare una serie di opzioni per te. 

Ma uno stock di alto profilo, come Tesla o Apple, avrà 57 varietà di contratto già elencate. Le chiamate Tesla, in scadenza venerdì 15 gennaio, erano disponibili questa settimana a intervalli di $ 5. Le posizioni sono sbalorditive. Ad esempio, c’erano circa 27.000 contratti con un prezzo di esercizio di $ 1.000. (Il prezzo delle azioni di Tesla era di circa $ 860 il 13 gennaio).

Questo tipo di opzione call, profondamente out-of-the-money e prossima alla scadenza, è favorita dalla nuova coorte di investitori al dettaglio che è rapidamente emersa in America e altrove. Ha le caratteristiche di una scommessa sportiva a quote lunghe. Per un piccolo esborso un’opzione call può ripagare profumatamente se il prezzo delle azioni aumenta improvvisamente. In caso contrario, l’opzione scade, senza valore, come molte scommesse da negozio.

Ci sono due lati di un mercato, ovviamente. I trader specializzati e gli hedge fund dall’altra parte di queste operazioni si accontentano di prendere i premi dagli acquirenti di opzioni, e di gestire i rischi di grandi perdite occasionali se le scommesse degli scommettitori dovessero essere ripagate. Una copertura per un’opzione call è semplicemente possedere le azioni, motivo per cui i fondi azionari long-only vengono sempre più attirati nel mercato per aumentare i loro rendimenti. 

“Molto dipende dal tuo libro”, dice un trader esperto di opzioni. Se hai ricevuto molti premi per le opzioni put, potresti scrivere alcune opzioni call per pareggiare le cose. Oppure potresti bilanciare il rischio di un’opzione dall’aspetto costoso, ad esempio con un prezzo di esercizio a numero tondo del tipo preferito dagli investitori al dettaglio, utilizzando un’opzione dall’aspetto più economico con un prezzo di esercizio vicino.

Dunque, questa nuova ondata di trading di opzioni sembra improbabile che si ritirerà. La tecnologia ha reso l’accesso ai mercati finanziari sempre più facile per i piccoli investitori. 

(Le opzioni su azioni sono come le puntate del secchio).

Gli investitori istituzionali vengono sempre più coinvolti per agire come bookmaker. In un modo o nell’altro, ora tutti sono trader di opzioni.

Trova altri articoli che potrebbero interessarti qui su giornalefinanza:

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password