Categories

Most Popular

Quanto costerà porre fine alla pandemia?

Quanto costerà porre fine alla pandemia?

“50 miliardi di dollari” dice il FMI..

Il 2 maggio migliaia di infermieri mascherati, medici e altri che hanno combattuto contro il covid-19, hanno visto Jennifer Lopez e altre star esibirsi in carne e ossa al concerto “Vax live” a Los Angeles. All’esterno del locale, i visitatori potevano fare il jab comodamente dai propri veicoli, mentre guardavano HER, una cantautrice, eseguire la canzone “Glory” nel parcheggio, circondata da scolari che pestavano i piedi. 

Un concerto dal vivo è stato possibile solo perché molti americani (il 50% degli adulti) sono ormai vaccinati. Ma un evento di beneficenza di questo tipo era necessario perché la maggior parte del mondo ancora non lo è.

Quanto ci vorrebbe per colmare il divario?

In un documento pubblicato ad aprile del FMI hanno sostenuto che potrebbe essere possibile porre fine alla “fase acuta” della pandemia all’inizio del prossimo anno, vaccinando il 60% della popolazione di ogni Paese. 

Ci saranno abbastanza vaccini per tutti? In linea di principio sì. Secondo Airfinity, una società di dati sulle scienze della vita, i produttori di vaccini potrebbero produrre fino a 11,1 miliardi di dosi quest’anno, sufficienti per inoculare oltre il 75% della popolazione mondiale di età superiore ai 5 anni. Gli stessi produttori affermano che ne produrranno molti di più.

Si parla già di alcune di queste capacità… Si calcola che i Paesi ricchi hanno effettuato ordini anticipati per circa 2 miliardi di vaccini (molti dei quali comprendono due dosi). Allo stesso tempo, il mondo in via di sviluppo ha già più vaccini di quanto alcune persone credano, grazie agli accordi conclusi da organizzazioni come l’Unione Africana e COVAX, un’iniziativa di condivisione dei vaccini.

Si calcola che 91 Paesi in via di sviluppo (con una popolazione complessiva di oltre 2,5 miliardi di persone) debbano ordinare altri 350 milioni di vaccini tra di loro per vaccinare il 60% della loro popolazione. L’India deve affrontare un deficit maggiore. Ma ha anche i dollari e la capacità di produzione nazionale per raggiungere l’obiettivo alla fine.

Agarwal e Gita Gopinath, capo economista del FMI, hanno ora trasformato questa intuizione in una più ampia “proposta da 50 miliardi di dollari per porre fine alla pandemia da covid-19”.

Sono necessari solo 4 miliardi di dollari del totale principale per acquistare i 350 milioni di vaccini extra. Il resto è destinato ad altri compiti, come aiutare i Paesi a vaccinare gran parte della popolazione, tenere d’occhio nuove varianti, espandere i test e le cure, e aggiungere un altro miliardo di dosi di capacità di produzione di vaccini il prossimo anno come assicurazione, nel caso qualcosa dovesse andare storto

I due economisti sopra citati ritengono che il mondo in via di sviluppo potrebbe vaccinare quasi il 40% della sua popolazione entro la fine del 2021 se i Paesi ricchi donassero anche la metà dei vaccini in eccesso (che probabilmente accumuleranno quest’anno)…

La proposta è ambiziosa!!!

Ma la circospezione non farà che rendere i problemi posti dalla pandemia più difficili da risolvere. Senza impegni fermi per l’acquisto di vaccini, i produttori avranno meno motivi per risolvere eventuali colli di bottiglia nelle loro catene di approvvigionamento. Una scarsità di vaccini incoraggerà divieti controproducenti sulle esportazioni di vaccini e materiali. 

Se i Paesi poveri non sapessero quando arriverebbero i vaccini, troverebbero più difficile preparare un lancio di successo. E una vaccinazione lenta renderebbe più probabili nuove varianti!!

Al contrario, una fine anticipata della pandemia potrebbe aggiungere fino a $ 8 trilioni (ai tassi di cambio di mercato) al Pil globale diffuso nei prossimi anni, secondo il FMI, e aumentare le entrate fiscali nel mondo ricco di $ 1 trilione. “Finanziare questa proposta”, sostengono gli autori, “potrebbe essere l’investimento pubblico con il più alto rendimento di sempre”.

Trova altri articoli che potrebbero interessarti qui su giornalefinanza:

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password