Categories

Most Popular

Wall Street prevede cali moderati in attesa di obbligazioni e risultati

Wall Street prevede cali moderati in attesa di obbligazioni e risultati

Il mercato prende una pausa dopo i massimi storici di venerdì scorso…

Wall Street prevede secondo contrasto tra la correzione di lunedì. Gli investitori partecipano a un nuovo picco nei rendimenti obbligazionari, particolarmente pericoloso per il settore tecnologico; e nuovi risultati di business.

Dopo i massimi storici di venerdì, le azioni statunitensi hanno imprigionato una pausa in attesa di nuovi catalizzatori. Durante la giornata, 17 società dell’S & P 500 presenteranno i loro dati, tra cui Netflix, Johnson & Johnson (J&J), P&G e Philip Morris.

Due di queste aziende focalizzeranno l’interesse, poiché J&J è il produttore del vaccino monodose contro Covid-19 che è stato paralizzato a causa della sua possibile relazione con i trombi.

Anthony Fauci, il capo della lotta contro la pandemia negli Stati Uniti, ha commentato che la FDA si pronuncerà venerdì e che “probabilmente ci sarà una sorta di avvertimento, restrizione o valutazione del rischio“, ma che il suo uso continuerà a essere consigliato. L’EMA europea dovrebbe pronunciarsi questo martedì.

Inoltre, le aziende del tabacco come Philip Morris sono sotto i riflettori a causa dell’intenzione dell’amministrazione Biden di ridurre la nicotina nelle sigarette, con l’obiettivo di renderle meno dipendenti. La più grande compagnia di tabacco americana, Altria, ha già subito un netto calo nell’ultima sezione dell’ultima sessione.

Continua invece negli Usa la polemica sulla morte di due persone nell’incidente di una Tesla che circolava senza conducenteElon Musk ha sottolineato che il sistema di assistenza alla guida dell’autopilota dell’auto non era stato attivato.

A livello strategico, i mercati azionari “continuano con una chiara inerzia al rialzo (S&P 500 e Nasdaq 100 accumulano 4 settimane consecutive in positivo) e dove i ribassi, quando si verificano, non vanno oltre specifiche (e sane) prese di profitto” dicono gli analisti. “Se le previsioni della stagione dei risultati saranno soddisfatte, sarà la scusa perfetta per continuare questa tendenza al rialzo”, aggiungono.

Sulla scena geopolitica, il presidente cinese Xi Jinping ha assicurato che il suo paese non perseguirà l’egemonia, indipendentemente dal potere che acquisisce, e ha chiesto una governance globale “più giusta ed equa”.

In altri mercati, il petrolio del Texas occidentale è salito dell’1,1% a $ 67,82, mentre l’euro si è apprezzato dello 0,2% a $ 1,2057, un massimo di sette settimane.

Inoltre, il rendimento dell’obbligazione americana a 10 anni sale all’1,62% e l’oncia d’oro scende dello 0,2%, a $ 1.767. 

Infine, il bitcoin è sceso dell’1% a $ 55.550.

Trova altri articoli che potrebbero interessarti qui su giornalefinanza:

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password